Modello:  1900 Sprint

Nel 1951 viene messo a punto un autotelaio per carrozzieri con passo ridotto di 13 cm e con motore potenziato del tipo T.I. L’Alfa Romeo volle essere presente sul mercato anche con alcune versioni granturismo non realizzate in casa ma distribuite ufficialmente dalla propria rete commerciale.

L’allestimento della versione con carrozzeria coupè fu affidato alla carrozzeria Touring. La 1900 Sprint Touring fece il suo esordio al salone dell’automobile di Torino del 1951. Questa vettura riprendeva alcune indicazioni stilistiche viste sul modello “Villa d’Este” come il padiglione molto ampio e la linea sobria. Il frontale riprendeva invece quello della 1900 berlina con lo scudetto centrale e i due lobi laterali. Tale scelta era stata resa obbligatoria dalla stessa Alfa Romeo.

Alfa Romeo 1900 Sprint Touring

 

 I primi esemplari dei coupè Touring presentano la particolarità della porta che si prolunga fino alla base della carrozzeria e dei sottili paraurti privi di rostri. La selleria è in pelle oppure in finta pelle e panno.

Alfa Romeo 1900 Sprint Touring

 

Alla carrozzeria Pinin Farina fu assegnata la realizzazione dei modelli cabriolet. Questa versione aperta, con il mantenimento dei 4 posti e la sua linea pulita, rimane una delle più belle realizzazioni, eseguite in piccola serie, sul pianale 1900 C.

Alfa Romeo 1900 Sprint cabriolet

 

Alfa Romeo 1900 Sprint cabriolet